10 agosto 2020

 

Dettaglio notizia

Corso di alta formazione 2012-2013 / 2013- 2014. Human Management: la cura olistica della fragilit in un contesto interculturale
(04-10-2013)

Per scaricare la locandina con il programma, la scheda di iscrizione e tutte le informazioni sul Corso di alta formazione, clicca qui.

Razionale
In una società sempre più complessa, caratterizzata da cambiamenti continui, da nuove esperienze e dalla diffusa presenza di stranieri, per rapportarsi alle differenti culture servono la conoscenza, il dialogo e la comprensione reciproca, presupposti necessari per una positiva relazione.
L'educazione interculturale e la human management a tutti i livelli, risultano essere le strategie più adeguate, perchè possono stimolare l'impegno di tutti a conoscersi a vicenda, a migliorarsi e a collaborare fruttuosamente insieme.
Nei contesti in cui è presente in modo pregnante la sofferenza umana, caratterizzata non solo dal dolore fisico, ma anche da quello psicologico e spirituale, l'uomo accomunato da queste fragilità, qualunque sia la sua provenienza, ha la necessità di incontrare qualcuno che, acquisite le adeguate competenze, si prenda cura di lui, in modo completo, incontrandolo nella sua globalità, comprendendo a fondo il suo vissuto considerandolo rispetto al diverso contesto socio-culturale, alla religiosità, al paese da cui proviene.

Finalità
Il corso di alta formazione universitario si prefigge una duplice finalità:
1. formare operatori sanitari che, all’interno di strutture ospedaliere, socio-sanitarie e sul territorio, siano in grado di rispondere in modo olistico alle necessità delle persone che vivono situazioni di fragilità (malattia, lutto, cronicità, ecc.), considerando lo specifico contesto culturale e religioso di provenienza.
2. formare operatori pastorali che all’interno di strutture ospedaliere, socio-sanitarie e sul territorio, siano in grado di accogliere e rispondere adeguatamente ai bisogni dei malati, con particolare attenzione a quelli spirituali, avendo presente il contesto culturale e religioso di provenienza.

Destinatari
Il corso è aperto a:
1. professionisti laureati che già lavorano nel settore (infermieri, medici, psicologi, educatori, fisioterapisti, logopedisti, assistenti sociali) e a tutti coloro che sono interessati ad approfondire tali tematiche al fine di sviluppare una capacità di dialogo interculturale ed interreligioso nelle situazioni di fragilità
umana.
2. Cappellani, religiose/i, operatori pastorali e volontari che operano in servizi di pastorale della salute, che desiderano approfondire aspetti legati alla rilevazione dei bisogni spirituali e considerano in modo appropriato il diverso contesto culturale e religioso di provenienza.

Organizzazione
Il corso di alta formazione prevede 300 ore complessive ripartite in varie attività formative, quali:
- 150 ore di lezioni teoriche e laboratori
- 100 ore di stage e tirocinio formativo
- 40 ore di studio individuale e preparazione finale
di una tesi o di un Project Work
- 10 ore di supervisione

Le lezioni si svolgeranno prevalentemente nel seguente orario:
Venerdì ore 09.30 - 17.30
Sabato ore 09.30 - 13.30

Sede del Corso
Le lezioni teoriche  ed i laboratori avranno luogo presso IRCCS Centro San Giovanni di Dio, Fatebenefratelli - Via Pilastroni, 4 - Brescia.

Informazioni
Università Cattolica del Sacro Cuore
Servizio Formazione Permanente
Contrada Santa Croce 17 - 25122 Brescia
Tel. 030.2406501-504
Fax 030.2406505

In collaborazione con: Provincia Lombardo Veneta Centro Pastorale Fatebenefratelli
Con il patrocinio di: Associazione Italiana Pastorale Sanitaria (A.l.Pa.S.) - Centro Cattolico di Bioetica di Torino - Università Cattolica del Sacro Cuore (ASAG Alta Scuola di Psicologia Agostino Gemelli).