15 agosto 2020

 

Dettaglio notizia

Congresso Internazionale - Migliorare il trattamento precoce delle psicosi: l'impatto del Programma Strategico GET UP
(02-03-2012)

Verona
2
e 3 marzo 2012

presso Auditorium Della Gran Guardia, Piazza Bra

L'iscrizione al Congresso è gratuita.
Sono stati richiesti i Crediti ECM per medici, psicologi, infermieri,
assistenti sociali, educatori, tecnici della Riabilitazione Psicosociale.

Per ulteriori informazioni e programma del Congresso clicca qui

I disturbi psicotici portano ad elevata disabilità e sofferenza personale per lo stigma sociale di cui ancora le persone che ne sono affette sono oggetto, e per le ripetute ospedalizzazioni dovute alle ricadute. È stato dimostrato che in questi disturbi il maggior deterioramento clinico e psicosociale si manifesta nei primi 5 anni dall’esordio e che quanto prima viene attuato un trattamento specifico tanto migliore risulta essere l’esito clinico e sociale del disturbo.
Le linee-guida internazionali raccomandano l’attuazione precoce di interventi farmacologici e psicosociali integrati, inclusivi di una psicoterapia ad orientamento cognitivo-comportamentale con i pazienti e di un intervento con le famiglie che le metta in grado di affrontare al meglio i problemi causati dal disturbo che affligge i loro cari. È anche necessaria una organizzazione dell’assistenza secondo il modello del Case Management, tale da integrare le varie componenti dell’intervento. 

 Il Programma Strategico Genetics Endophenotypes and Teatment: Understanding early Psychosis (GET UP, Coordinatore Nazionale: Prof.ssa Mirella Ruggeri, Verona), finanziato dal Ministero della Salute nell’ambito della Ricerca Sanitaria Finalizzata è Coordinato dall’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona.
È costituito da 4 progetti – PIANO, TRUMPET, GUITAR e CONTRABASS – che corrispondono a diversi filoni di ricerca, altamente “armonizzati” fra loro.

Fra i Relatori si annoverano i principali esperti a livello internazionale e nazionale sul tema, nonché i clinici e ricercatori che hanno coordinato le varie fasi del Programma di Ricerca. Contribuiranno ai lavori i Rappresentanti del Ministero della Salute, della Regione Veneto, degli Enti istituzionali e i Professionisti della Sanità e della Salute Mentale, i Rappresentanti delle Associazioni degli Utenti dell’intero territorio coinvolto.

Relatori dall'IRCCS Centro San Giovanni di Dio, Fatebenefratelli:
 
Fra Marco Fabello (Direttore Generale),
Giovanni de Girolamo (Psichiatra, Direttore Scientifico),
Massimo Gennarelli (Professore e Coordinatore Unità di Genetica),
Luisella Bocchio-Chiavetto (Coordinatrice Unità di Neuropsicofarmacologia).